Attuale/Aktuell
Tanztherapie
Danzaterapia
Kurse-Workshop 2018
Gest-Azione
Festival AssoliButoh
11. Festival Assoli
10.Festival Assoli
9. Festival Assoli
8. Festival Assoli
7. Festival Assoli
6. Festival Assoli
5. Festival Assoli
Programma
Artisti
Simposio
Forum
4. Festival Assoli
3. Festival Assoli
2. Festival Assoli
1. Festival Assoli
Performance
Storia/Geschichte
Stampa/Presse
Links
Contatti/Kontakt
Impressum

 

Comune di Sarzanza - Fortezza Firmafede

Comune di Lerici - Consorzio Castello di Lerici

SconfinArte

Gest/Azione


LA DANZA DI CONFINE

5° Festival di Assoli BUTOH


4 - 6 Luglio 2008

Fortezza Firmafede di Sarzana

Castello di Lerici (La Spezia)
 

Concezione-Direzione Artistica

Annalisa Maggiani

 

Questo Festival prosegue il viaggio nella “terra di confine”

“La danza di confine”: confine inteso come terra di nessuno, terra di passaggio, di transizione e trasformazione.

Danzare in questa terra vuol dire prendersi il rischio di creare nuovi territori, mettere in comunicazione mondi diversi: il conscio e l´inconscio, il conosciuto e lo sconosciuto, la forma e la mancanza di forma.

Ed anche “la terra di confine” tra Oriente ed Occidente, confine tra diverse discipline artistiche: confine come spazio di passaggio tra culture, arti, stili, in cui la capacitä di assorbimento e trasformazione porta alla creazione di nuove appartenenze, alla trasformazione delle reciproche diversità.

Una terra in cui il corpo ritrova tutta la sua forza comunicativa e poetica.

L’assolo nella danza butoh come nella danza espressionista e contemporanea ha un ruolo fondamentale: il danzatore libero coreografo di sé stesso, spesso usando l’improvvisazione per meglio cogliere l’attimo in divenire, può, come dice Kazuo Hono:

Lasciare che l’anima indossi il cosmo entrando nel regno di una originaria memoria del corpo”.

Quest´anno il Festival sará diviso tra Lerici e Sarzana .

A Sarzana é inserito all´interno del Festival di musica “Sconfinando” nella sezione “SconfinArte” e grazie al Comune di Lerici Consorzio del Castello di Lerici continuerá anche al Castello di Lerici

Due festival che negli anni , parallelamente hanno lavorato sulla “terra di confine”, su quel confine che non é “labile” e bordeline ma che recupera e costruisce nuove appartenenze, non potevano che incontrarsi in una terra comune. Cosí Annalisa Maggiani diret. Art. di” Danza di Confine” e Carmen Bertacchi di “Sconfinando” hanno deciso di cominciare questa collaborazione aprendo “SconfiArte” al Festival di Assoli Butoh , arti visive e performantive.

Il 4 Luglio dalle ore 21.00 alla fortezza Firmafede di Sarzana si potrá vedere ”un DVD per l´ombra” l´opera in video diventata simbolo del festival dell´artista Bruna Esposito – artista riconosciuta in campo internazionale con presenza in piú Biennali-Venezia, Istambul, Corea...- , la videoinstallazione “Panni Stesi” di Mario Morleo e Annalisa Maggiani che restituisce l´atmosfera aminiotica, sognante ed archetipica di parte dei loro lavori, la mostra fotografica che comprende opere di Aldo Venga, Stefano Lanzardo ed Emilio D´Itri fotografi riconosciuti a livello inernazionale che hanno fotografato progetti e danzatori Butoh e la proiezione delle passate edizioni del Festival “Danza di Confine”curata da mario Morleo.

Seguirá la performance di Marco Fioramanti “Art Show - Art Shoe” che é una sfilata particolare: con scarpe create da Marco Fioramanti la modella/danzatrice imprimerà “belle tracce” lungo la passerella.” Fenomeno questo condiviso in natura da tutti gli animali che lasciano dietro di sé una delle infinite descrizioni del mondo”. La sfilata in questo ambito diventerá, con l´interpretazione della danzatrice/ modella Annalisa Maggiani anche “Tracce sulla terra di confine" e potrá diventare grottesca o iniziatica, in-stabile o regale, potrá tornare indietro od inciampare…

La performance di Atsushi Takenouchi successiva di ci porterá nel cuore del Jinen-Butoh da lui fondato- una danza che prende l´energia dalla terra e che, in sintonia con la natura, porta le memorie che dormono nel nostro DNA. La sua danza è basata su movimenti che vengono dall´interno ma anche dalla quotidianitá: il primitivo ed il contemporaneo si uniscono.

Il 6 luglio il Festival proseguirá al Castello di Lerici dove dalle ore 17.00 si terrá il Simposio “Il corpo eretico” con la presentazione del libro e DVD di Maria Pia D´Orazi “il Corpo eretico” che propone una riflessione sul significato del corpo nell´etá contemporanea attraverso la storia della danza butó giapponese fondata da Tatsumi Hijikata nel 1959. Vissuto in manifesta contraddizione con lo spirito del suo tempo, Hijikata é stato cosiderato un eretico nel Giappone degli anni sessanta. La sua filosofia, che é stata una aperta critica all´occidentalizzazione incondizionata, al consumismo, alla massificazione e alla societá dello spettacolo, conserva intatto il suo valore rivoluzionario in un contesto di globalizzazione, esasperazione tecnologica e crisi dell´economia capitalista.”

Sará presente l´autrice ed Angelo Tonelli poeta, filosofo e performer.

Dalle ore 19.00 seguiranno la videoinstallazione “Panni stesi “ e le proiezioni dei Forum che hanno avuto luogo nel 2004-2005 al Castello di San Terenzo e nel 2007 al Castello di Lerici in contemporanea all´ormai storico “Forum a Confronto con il Butoh”.

Il Castello sará teatro in ogni angolo di performance-Assolo da parte di danzatori italiani e stranieri che presentano la loro ricerca sul confine tra danza Butoh e arte performativa.

Info: SconfinArte 2008

Gest-Azione | info@gest-azione.de