Attuale/Aktuell
Tanztherapie
Danzaterapia
Kurse-Workshop 2018
Gest-Azione
Festival AssoliButoh
Performance
Metamorphosen 1
Orpheus Labyrinth
Metamorphosis
Labirinto di Orfeo
Licht und Schatten
Terra incognita
Le voci del bosco
Panni stesi
Partir italiano
Partir deutsch
CorpoMundi italian
CorpoMundi deutsch
Tracce italiano
Tracce deusch
Marea-Gezeiten
InCorpoRea
Notte bianca
Storia/Geschichte
Stampa/Presse
Links
Contatti/Kontakt
Datenschutzerklärung
Impressum

Corpo Mundi

Omaggio a Giordano Bruno

Progetto per video corpo e musica

 

Ideazione-concetto: Annalisa Maggiani

Danza-movimento: Annalisa Maggiani

Danza-movimento: Adalisa Menghini

Videoarte: Mario Morleo  

Voce e interventi musicali: Cristina Alioto

Voce e danza: Adriana Michetti

Guida e movimento: Walter Lorenzoni      

 

Il corpo del mondo che pulsa…

l’anima del mondo che penetra ovunque…

lo spazio… la guerra…la pace…

Happening e performance-installazione, questo spettacolo patrocinato dall´Istituto Italiano di Cultura di Berlino e  rappresentato  nella Stazione della metropolitana di Nollendorfplatz di Berlino il 17 Dicembre 2004, nello  spazio davanti al monumento ai caduti che lí si trova e nel monumento (U-Bahnstation Nollendorfplatz), tra le rampe di scale che dividono il passaggio verso le diverse direzioni , porta la tradizione italiana del teatro di strada affiancata da una più contemporanea arte della performance.

Dopo “Marea”, performance svoltasi nel dicembre 2003 in spazi metropolitani (metrò di Berlino), Corpo Mundi è una continuazione della ricerca di dare anima e corpo, respiro e vita a spazi quotidiani.

In questo modo viene creata una nuova visione del Luogo ed il pubblico, coinvolto nello spettacolo può prenderne parte. Inoltre si lavora anche con la Storia che il Luogo di rappresentazione trasmette, con la sua architettura, i suoi spazi permettendo cos´sempre nuove versioni alla performance.

Il movimento, l’attorialità,la corporeità delle danzatrici   affiancata dalla voce dá corpo alla prima fase dello spettacolo in cui l’installazione video si intreccia  al corpo dei danzatori creando un “piccolo teatro del mondo” a cui il pubblico puó  avvicinarsi e prenderne parte. Il movimento a volte minimale a volte danzato -una danzatrice proviene dalla danza Butoh (Annalisa Maggiani) e l´altra dal contact e new dance (Adalisa Menghini)- raccoglie in sé e crea la trama di “Corpo Mundi”.

Nel progetto italiano al Castello di Malgrate si affiancheranno la cantante-ricercatrice della voce Cristina Alioto, l’attrice Adriana Michetti e il performer Walter Lorenzoni e lo spettacolo sarà “ritagliato e ricucito” proprio per lo spazio che lo ospita.

Giordano Bruno (1548-1600) Filosofo della Natura, formuló la teoria dell´infinitá dell´Universo: non solo un Sistema solare ma infiniti, il corpo umano parte dell´infinito corpo dell´Universo. Ha anche  fatto studi approfonditi di mnemotecnica.

Perseguitato dall´Inquisizione visse nomade esule in Europa e fu infine nel 1592 a Venezia consegnato alla santa inquisizione che dopo torture e lunghi processi lo condannó al rogo nel 1600.

Giordano Bruno brucia in Campo dei Fiori nel febbraio del 1600 senza peró rinnegare le sue teorie.

I suoi libri vennero bruciati in Piazza san Pietro

Questo Omaggio vuole ricordare la sua sete verso l´infinito.

 

 

Seguiteci in questo luogo per aprire insieme la porta della stanza della memoria.

In questo progetto l’immagine incontra il corpo creando spazi per mondi  diversificati.

La voce  segue le immagini creando sempre nuove composizioni.

Il corpo diventa ombra e parte di altri mondi.

Mario Morleo con le immagini video e l’installazione rende il corpo della/e danzatrici sede di mondi incogniti.

Il rapportarsi a luoghi quotidiani porta Gest/azione a confrontarsi sempre nuovamente con la Storia presente nel Luogo e ad essere flessibile nel materiale della rappresentazione.

Gest-Azione | info@gest-azione.de